• instagram
  • facebook
  • linkedin
  • twitter

FOCACCIA BARESE

Questa ricetta arriva direttamente da Bari… per la mia prima focaccia non potevo certo improvvisare ed avere una barese doc tra le amiche ha i suoi vantaggi. Non vedevo l’ora di mettere le mani in pasta ed oggi, finalmente, a tavola è arrivata la “focaccia barese” dai colori, profumi e sapori mediterranei, una vera bontà!
L’ispirazione e la ricetta originale arrivano da Enrica ( detta Tommy) o meglio quest’ultima in realtà da suo papà Vito ( Enrica è più brava a mangiare che cucinare…parole sue, quindi non dovrebbe offedersi !!!) che ringrazio per averla condivisa con me.
Io ed Enrica siamo caratterialmente diverse ma questo non ci ha impedito di entrare subito in sintonia appena ci siamo conosciute 5 anni fa. Lei è per me un Macaron ( non solo perché sono i suoi dolcetti preferiti), anzi tanti Macaron dai mille gusti, colori e sfumature. Questi deliziosi  pasticcini francesi sono costituiti da due “meringhe” che racchiudono un ripieno di crema. La parte esterna leggermente croccante è il suo lato solare, divertente, ironico e pungente qb, la sua anima instancabile, avventuriera, determinata. Il ripieno soffice e cremoso è invece la sua generosità e disponibilità…lei c’è sempre.
Buoni, colorati, alla moda.. i macaron creano dipendenza proprio come Enrica
Adesso oltre alla focaccia mi toccherà farle i famosi dolcetti francesi che le ho promesso tante volte…
Grazie Tommy!

INGREDIENTI

  • 200 g di farina 00
  • 400 g di farina di semola (la ricetta originale vuole le 2 farine ma si può fare anche tutta con farina 00)
  •  1 patata di circa 150 grammi
  •  1 cubetto di lievito di birra
  •  una dozzina di pomodorini (ciliegino)
  • 1 pizzico di zucchero
  •  1 cucchiaio di sale grosso (circa 20 grammi)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva (circa 40 grammi)
  •  400 grammi di acqua
  •  origano
  •  sale

PROCEDIMENTO

Lessare la patata, schiacciarla e lasciarla intiepidire in una terrina. Appena intiepidita, aggiungere le due farine, il sale grosso, lo zucchero, i 4 cucchiai di olio e il lievito precedentemente sciolto nell’acqua tiepida. Mescolare tutto molto bene sin quando l’impasto non sarà ben amalgamato. L’impasto non deve risultare  compatto anche se un pò  appiccicoso. Nel caso fosse troppo duro, aggiungere un po’ di acqua tiepida. Ungere abbondantemente una teglia da forno dai bordi bassi e con diametro di circa 40 cm e metterci all’interno la focaccia. Spianarla con le mani inumidite ma senza schiacciarla troppo. Coprire la focaccia con un panno o della pellicola e metterla a lievitare in un posto asciutto e caldo per un’ora. Intanto prendere i pomodorini, tagliarli a metà e metterli a scolare. Passata l’ora riprendere la focaccia, disporre uniformemente i pomodorini sulla superficie, salare, cospargere abbondantemente con l’origano e, dopo aver messo un altro giro di olio infornarla a 200° per 30/35 minuti.

INSERISCI UN COMMENTO


sette × = 7