• instagram
  • facebook
  • linkedin
  • twitter

IL PERFETTO BURGER BUN

I consigli per il perfetto Burger Bun

Le “polpette di carne bovina” famose in tutto il mondo come Hamburger hanno una storia longeva e forse non tutti sanno che la loro origine è tedesca. Ebbene si…all’inizio del XIX secolo erano un piatto comune ad Amburgo e furono i tedeschi ad esportarli negli Stati Uniti negli anni del sogno americano. Gli americani hanno apprezzato il piatto tedesco e sono nati i primi Hamburger steak…. il resto è ben noto.

Ma come preparare un perfetto Hamburger? A darci i consigli giusti è Cristiano Ingegno General Manager Ristorazione Novotel e ibis Milano Ca Granda ( www.ibis.com) dove proprio in questi giorni è stato inaugurato il primo Burger Bun della catena alberghiera ibis. Un indirizzo da segnare per gustare un vero hamburger tailor –made scegliendo non solo il tipo di carne ma tutti gli ingredienti. Io ho scelto Angus, pane al sesamo, lattuga, pomodoro, mostarda di cipolle rosse ma le combinazioni sono tantissime e molti gli ingredienti originali per infarcire il nostro panino come i friarielli napoletani (omaggio al territorio di origine di Cristiano) o i pomodori secchi. Chi non ama la carne può scegliere il Veggie Bun e tante verdure come farcitura. Originalità negli ingredienti e non solo… gli hamburger vengono serviti in delle cassettine di legno, un design sostenibile, semplice ma di effetto… li userei volentieri anche a casa!

Vediamo però le regole da seguire per il Burger Bun perfetto:

  •  Carne: ideale sminuzzarla al coltello o tritarla mai macinata. Il mix perfetto è rappresentato da controfiletto, collo e fiocco che contenga un 20%-40% di grasso. Si prepara una pallina e si schiaccia con le mani inumidite, lo spessore ideale è di 2cm. Salare e pepare e lasciar riposare in frigo per 20 minuti e poi 10 minuti a temperatura ambiente. La cottura deve avvenire su piastra ben calda senza olio per circa 2 minuti per lato. Girare una sola volta e non schiacciare per evitare che si perdano i succhi. Chi ama il formaggio lo può aggiungere a cottura quasi ultimata inserendolo a fettine sottili. Si spegne il fuoco e si copre con un coperchio per far sciogliere leggermente il formaggio.
  • Pane: il diametro ideale è di 12-13 cm e alto più di 3 cm. Deve essere morbido ma compatto, non deve sbriciolarsi e deve assorbire bene il condimento. Tostarlo leggermente prima di farcirlo.
  • Ripieno: per la versione “classica” la lattuga deve essere fresca e croccante, il pomodoro sodo e tagliato a fettine orizzontali, il formaggio cheddar, in alternativa emmental o provola. Il bacon va tagliato a strisce non troppo sottili e cotto sulla piastra o al forno.

Regole semplici ma utili per imparare ad esaltare al meglio gli ingredienti utilizzati nella preparazione e per riconoscere un hamburger di qualità.

 

 

 

 

INSERISCI UN COMMENTO


+ 1 = tre